Benzile Benzoato

benzile benzoato
benzile benzoato

Benzile Benzoato

Il Benzile benzoato: lozione, crema, unguento o schiuma per il trattamento della Scabbia

Cos’è

Il benzile benzoato è un principio attivo che, dal punto di vista chimico è un estere. Si ottiene a secco dalla condensazione dell’acido benzoico con l’alcol benzilico. Si presenta come un liquido oleoso incolore dal tenue odore aromatico; è miscibile in alcool, olii grassi ed essenziali mentre è incompatibile con alcali ed agenti ossidanti. In natura il benzile benzoato si trova nel Balsamo del Tolù, Balsamo del Perù ma può anche essere isolato dalle piante del genere Polyalthia.

Utilizzo

Il Benizile benzoato è usato per il trattamento della scabbia, patologia causata dall’acaro umano, Sarcoptes scabiei var hominis, parassita umano obbligato. Il ciclo di questo parassita si compie nell’uomo, le larve, che si schiudono invadono la cute circostante che appare perciò arrossata. Il sintomo più comune è il prurito intenso.

Il meccanismo di azione del benzile benzoato si espleta penetrando nell’esoscheletro del parassita e accumulandosi, contribuisce alla sua morte.

Oggi i prodotti in commercio, compresi i dispositivi medici non raggiungono dosaggi terapeutici efficaci per combattere adeguatamente questo parassita e la preparazione galenica magistrale rimane l’arma migliore.

Trattamento

Solitamente il benzile benzoato è applicato alla sera, dopo un preventivo bagno caldo che consente di ammorbidire la pelle, su tutto il corpo e mantenuto in situ per tutta la notte; questo procedimento si ripete per almeno 3 sere consecutive, evitando qualsiasi contatto con mucose e occhi. Si effettuano due cicli, a distanza di 7 giorni uno dall’altro (questo per la possibile schiusa di uova). E’ consigliabile sottoporre al trattamento l’intero nucleo familiare.

Esempi Formulativi Galenici Magistrali che la nostra Farmacia è in grado di allestire

Emulsione Oleosa

Pr.       Benzile Benzoato 25%

Olio di mandorle dolci qb 100

Di tali 500ml in bottiglia vetro scuro.

Emulsione cutanea (B.P. 2016)

Pr.       Benzile benzoato 10-25%
Cera emulsionante 2g
Acqua depurata qb a 100ml

Schiuma

Pr.       Benizile benzoato 25%

Acido Stearico

Trietanolamina

Acqua depurata

 

Associazione Benzile benzoato + Permetrina + Lidocaina

Soluzione Oleosa

 

Pr        Benizile benzoato 20%

Permetrina 5%

Lidocaina 5%

Dietiglicole

Olio di mandorle dolci

Olio di Argan

Nei bambini sino a 12 anni non viene superato il dosaggio del 10% di Benzile benzoato.

Il benzile benzoato richiede una ricetta medica ripetibile, valida per 6 mesi e/o 10 preparazioni se non diversamente specificato dal Medico in ricetta.

Consigli per l’utilizzo

L’emulsione al 25% può provocare immediatamente una sensazione temporanea di bruciore e irritazione della pelle che influenzano negativamente il paziente a proseguire la terapia. Sono state segnalate anche dermatiti allergiche da contatto.

Il primo giorno di trattamento è consigliabile effettuare un cambio delle lenzuola ed asciugamani che verranno nuovamente cambiati dopo tre giorni. La stessa operazione verrà effettuata per il secondo ciclo.

Comportamento

Tutta la biancheria e gli indumenti a diretto contatto con il copro comprese lenzuola ed asciugamani vanno lavate ad alte temperature, quando non possibile, si possono lasciare chiusi in dei sacchetti di plastica per alcuni giorni.

Le suppellettili domestiche come: divani, cuscini, materassi, tappeti possono essere puliti utilizzando strumenti a vapore mentre se non lavabili, devono essere tenute in disparte per alcuni giorni, prima di poter essere riutilizzati. In aggiunta è possibile utilizzare degli spray specifici anti acaro.

Bibliografia

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2179993/pdf/brmedj04122-0035d.pdf

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/28783773/

 

Scopri tutte le nostre Preparazioni Galeniche Magistrali

https://www.farmaciabenincasa.it/laboratorio-galenico/preparazioni-galeniche-magistrali/

Condividi questo post