Biancospino

biancospino

Biancospino

Il Biancospino ha un’attività importante per i disturbi del cuore riducendo battiti e la pressione arteriosa.

Nome Botanico

Crataegus oxyacantha

Sinonimi

Spino bianco, Bossolin, Spina di maggio.

Nomi internazionali

(Eng) Hawthorn; (Fra) Aubépin; (Ger) Eingriffelige weissdorn; (Esp) Espino albar.

Eimologia: Dal greco “Kratòs” che significa forza + “Oxus” ovvero aguzzo + “Athos” che significa fiore.

Famiglia

Rosaceae

Origini

Si trova in Europa, Nordafrica, Asia occidentale e America settentrionale

Caratteristiche della Pianta

E’ un arbusto che può raggiungere altezze comprese tra i 50 centimetri ed i 6 metri: I fiori compaiono in maggio, sono raggruppati in corimbi, e i petali sono di colore bianco-rosato. Le foglie sono lunghe 2-6 centimetri, dotate di picciolo, di forma romboidale e la raccolta avviene nel mese di aprile.

Habitat

Il suo habitat naturale è rappresentato dalle aree temperate, in Italia è reperibile ovunque sino a quote di 1500mt.

Parti utilizzate

Fiori e foglie

Tempo balsamico

I fiori vengono raccolti all’inizio della primavera, mentre i frutti a fine estate.

Profilo fitochimico

Flavonoidi e pro-antocianidoli. I primi sono potenti antiossidanti e “spazzini” dei radicali liberi, utili nella prevenzione di malattie cardiovascolari e infiammatorie, i secondi hanno funzioni cardioprotettiva, sedativa e anti-radicalica.

Diponibilità in commercio: Erba: fiori e foglie taglio tisana; Estratto glicolico 1:2 (uso cosmetico); Estratto secco titolato 1% flavonoidi; Estratto secco titolato 3% vitexina; Tintura madre.

Uso Terapeutico

Il biancospino è da sempre conosciuto come la pianta del cuore sul quale agisce potenziandone la forza contrattile e riducendo la tachicardia.

Tra i flavonoidi troviamo la vitexina, principio attivo presente nel biancospino, agisce come spasmolitico, sedativo favorendo l’azione ansiolitica e sedativa.

Dosaggio

Tintura madre 50gtt due volte al giorno prima dei pasti principali: Estratto secco titolato in vitexina capsule 200mg, una capsula due volte al giorno prima dei pasti principali.

Controindicazioni

Il biancospino interferisce con l’azione della digossina.  Può aumentare l’efficacia dei calcio antagonisti.

Non va usato durante la gravidanza e l’allattamento e non deve essere somministrato ai bambini senza aver prima consultato il pediatra.

Interazioni con Farmaci

Consultare in medico nel caso di assunzione di ipotensivi di sintesi.

 

Scopri tutte le piante https://www.farmaciabenincasa.it/category/natura-medica/

Condividi questo post