Grano Saraceno cereale Gluten Free?

grano saraceno

Grano Saraceno cereale Gluten Free?

Il Grano Saraceno è un cereale consentito nel trattamento della “Celiachia”

Le origini risalgono al tardo Medioevo quando la pianta raggiunse l’Europa con il nome Heidenkorn, vale a dire “grano dei pagani” mentre, a metà del XVI secolo, la pianta è documentata per la prima volta in Italia con il nome di formentone. 

Oggi il grano saraceno è ampiamente prodotto in Russia ed in Polonia, dove è molto utilizzato nella cucina tradizionale, in Francia dove è famoso per le crepes a base di questo ingrediente e anche in Italia, in particolare nella zona della Valtellina.

Il Grano Saraceno (Fagopyrum esculentum) è una specie di pianta a fiore appartenente alla famiglia delle Polygonaceae. Il nome scientifico Fagopyrum deriva dalla combinazione del latino fagus (faggio), per via degli acheni triangolari simili a quelli delle faggiòle, e dal greco piròs (frumento). È una pianta erbacea, che ha un’altezza variabile, a seconda delle varietà, dai 60 ai 120 centimetri.

Il Grano Saraceno non è un cereale ma per le sue caratteristiche nutrizionali e l’impiego alimentare, questo vegetale è stato sempre collocato commercialmente tra i cereali.

La sua farina viene utilizzata per preparare pane, biscotti, ma soprattutto i famosi pizzoccheri.

I suoi semi sono molto ricchi di proteine di elevata qualità biologica, ricchi di lisina oltre ad avere un buon quantitativo in minerali ed antiossidanti (flavonoidi, acidi fenolici, carotenoidi).

Questo grano si può cuocere in acqua salata per 15 minuti, dopo averlo abbondantemente sciacquato, come il riso e può essere mangiato freddo ad insalata o caldo o come complemento per creare zuppe o ottimi risotti.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/11170616

Condividi questo post